Serie A: Serie A: Ubik e Catnibals ringraziano gli arbitri,Crollo Blyth Spartans.

Andare in basso

Serie A: Serie A: Ubik e Catnibals ringraziano gli arbitri,Crollo Blyth Spartans.

Messaggio  Max Casaleddu il Mar Nov 25, 2008 3:56 am

Ed eccoci arrivati anche quest’anno all’inizio di una nuova avventura da vivere tutti insieme. L’anno scorso i Technoliars di Munafò non hanno tradito i pronostici e nella settima stagione hanno conquistato il loro quinto scudetto e anche quest’anno, a quanto pare, non vogliono sicuramente concludere la tradizione che li pone in cima alla classifica della massima serie. Di conseguenza noi tutti ci poniamo una domanda, saranno ancora gli uomini di Munafò a dominare la Serie A oppure avremo qualche sorpresa? potrebbe essere benissimo la volta dei Cats,della Samp e perchè non dell’Ubik o di Quelli Del Toro che tanto bene hanno iniziato? lo scopriremo solo vivendo questa entusiasmante stagione insieme a noi. Una cosa è certa però, quest’anno ne vedremo delle belle, sia per la lotta salvezza, sia per la vittoria finale…il campionato è davvero equilibrato e quindi lo spettacolo è assicurato. Già da questa prima giornata si sono potute individuare delle importanti indicazioni sulla condizione delle varie squadre: di conseguenza partiamo con l’analisi e la sintesi di questa prima giornata:

Quelli Del Toro - Blyth Spartans

Si gioca allo stadio Filadelfia, gli spettatori paganti sono ben 28500 e il clima è quello adatto per giocare una partita di calcio. Le tifoserie avversarie già dal prepartita iniziano a scambiarsi cori avversi anche se ovviamente,giocando in casa di Quelli Del Toro, si ha una predominanza di tifosi torinesi. Entrambe gli allenatori sanno quanto sia importante partire bene, di conseguenza Macri,mister dei torinesi, decide di giocarsi la partita in maniera piuttosto offensiva schierando un 4-3-3 con un mediano un trequartista destro e un attaccante sinistro. Ermanno Toti invece, cerca di affrontare il match in maniera piuttosto previdente inziando con un 4-4-2 con un mediano e due trequartisti. La partita è abbastanza equilibrata per la prima mezzora: per gli Spartans Juric,Lingualonga e Cabrera impegneranno moltissime volte Macri mentre per il Toro saranno Langella,Fattori e Bocchetti gli uomini piu incisivi. La partita però prende una brutta piega quando al trentaduesimo l’arbitro fischia un rigore dubbio per un fallo su Emilio Pacchione. Bocchetti dopo una lunga rincorsa tira a destra e il portiere degli Spartans non ci arriva.1-0. Da qui in poi è difficile capire cosa sia successo ai Blyth Spartans. Di fatto gli uomini di Toti non sono piu riusciti a reagire e hanno concesso un sacco di occasioni a Quelli Del Toro che ne approfittano. Infatti al quarantaduesimo l’arbitro decreta un Calcio D’Angolo, Batte Bocchetti che effettua un cross alto per Simone Retto che riesce a sfuggire alla marcatura di Vincenzo Vaccarino e a insaccare. 2-0.Il Primo tempo si conclude con questo risultato e allora Toti prova a cambiare le carte in tavola effettuando tre sostituzioni. Dentro Rudnjic,Perez e Forfota, fuori Vaccarino,Cabrera e Juric. Nonostante i cambi il filone della partita non muta e durante tutto il match gli Spartans subiranno il gioco di Quelli Del Toro. Alla fine la partta terminerà sei a zero grazie alle reti di Bocchetti e Anaclerio(subentrato al sessantesimo) e alle doppiette di Fattori e Retto.

Questa umiliante sconfitta dovrà far lavorare molto gli uomini di Ermanno Toti che se vorranno restare nella massima serie dovranno evitare cali di concentrazione come quelli verificatisi in questa prima giornata in cui l’errore, se recuperato, non da problemi.

Sampdoria - Ubik


Abbiamo iniziato dalle sintesi delle neopromosse e quindi continuiamo seguendo la squadra di Francesco Sila che quest’oggi si troverà ad affrontare gli uomini di Leonardo La Mona allo stadio Luigi Ferraris di Genova. Anche La Mona, come Macri decide di affrontare il primo match stagionale con il 4-3-3 mentre l’Ubik si disporrà in campo con il 4-5-1 con Barbarosie a ricoprire il ruolo di trequartista destro. Ancora una volta l’arbitro è protagonista nella partita di serie A infatti già al secondo minuto fischia un fallo in area(anche questo dubbio) a favore dell’Ubik, Il bomberone Dennis Longhi non si fa pregare e spiazza Eric Juca.1-0. Partita quindi subito in salita per la Sampdoria che nonostante tutto tenta e ritenta con le sue punte di trafiggere Francesco Sila, spesso invano. La partita è comunque estremamente piacevole con frequenti cambi di gioco e giocate di alta qualità tuttavia la partita non si raddrizza, anzi con l’andare avanti del tempo, farà innervosire i sampdoriani che frustrati per la mancanza di gol cominceranno a commettere dei falli un po’sopra le righe. La Mona inserisce in campo Geronzi,Chuen e Tullini per tentare di segnare il gol della bandiera mentre Sila cerca di difendere il vantaggio di una rete inserendo Papuzza,Maffei e Zvietich. La partita continua quindi nel suo piacevole svolgimento…la Sampdoria attacca e l’Ubik contrattacca in contropiede ed è proprio in uno di questi che l’arbitro si rende ancora protagonista nel condizionare il match. Siamo al settantanovesimo quando Barbarosie per l’Ubik, riceve palla, dopo aver fintato un passaggio corto la mette in mezzo per Ferri che viene falciato da Chiassoni. L’arbitro questa volta è inflessibile. Calcio di Rigore! Stavolta è Stefano Levante ad insaccare e finalizzare il raddoppio dell’Ubik. La partita finirà due a zero ma alcune decisioni dell’arbitro sono da rivedere e comunque onore alla Sampdoria che ha lottato fino alla fine per raggiungere i suoi obbiettivi in questo match.

F.C. Juventus - Catnibals Utd.

Ora invece ci troviamo allo stadio olimpico comunale di Torino dove sono presenti ben 31000 spettatori ad assistere al match tra Juventus e Catnibals. La Juventus ha fama di giocare spesso con moduli estremamente difensivisti. Fama guadagnata con buoni risultati e grazie a Pietro Zambrotta, ancora nei cuori degli ultras juventini. Anche con David Rizzato questa tradizione, non è venuta meno, di fatto partirà con modulo formato da cinque difensori, tre centrocampisti e due punte. Per i Catnibals invece abbiamo un 3-5-2 con Morfandi e Loffa mediani e Marrundo trequartista destro. La partita inzia bene per ambedue le squadre che si affrontano senza esclusione di colpi. Da una parte, Gioacchino Righi e Chicco Annoni faticano a trovare spazi nella folta difesa a cinque organizzata da Rizzato mentre dall’altre ci sono Zavarro e Barca che non hanno palloni giocabili da sfruttare. Per l’ennesima volta però a condizionare il match c’è l’arbitro fischiando in favore dei Catnibals un calcio di rigore che l’attaccante della nazionale, Gioacchino Righi, insacca nonostante Benvenuto intuisca la direzione del pallone. Dopo l’uno a zero però la Juventus cerca la reazione andando vicina al pareggio diverse volte ma niente da fare, il primo tempo si conclude uno a zero. Nel secondo tempo per i Cats entrano Nannini e Negramaro mentre la Juve inserisce Rizzato, Pomicino e Agostinelli. Tuttavia la funzione di contenimento organizzata dalla Juve piano piano va a perdersi. La stanchezza fisica si fa sentire e Chicco Annoni è la classica punta che non ti perdona nemmeno una distrazione. Di fatti il due a zero proviene proprio da un suo tiro. Venti minuti piu tardi è ancora un fallo a decidere un altro rigore! sembra incredibile a dirsi ma anche questa volta l’arbitro concede un calcio di rigore ai Catnibals. Righi c’è e insacca. 3-0. La partita è ormai finita e la Juve al settantacinquesimo pensa soltanto a uscire dal campo a testa alta e ci riesce grazie al gol di Omar Nevito che sigla il risultato finale sul 3-1.

Anche in questa partita abbiamo avuto due rigori…ce da vedere se ci sono o meno. Sta di fatto che la compaggine di Rizzato dovrà mettersi sotto per fare bene questo campionato.

Technoliars - A.C. Virtus Bari

Ed eccoci forse ad uno degli incontir sicuramente più equilibrati dell’intera giornata. Si gioca allo stadio Technodome e vi sono ben 40000 spettatori paganti per assistere alla partita i vincitori del campionato contro i detentori della Coppa. Munafò infatti non prende tanto alla leggera la sfida e usa un modulo 4-5-1 piuttosto difensivo in se stesso, ma reso anche offensivo, grazie alla posizione di Vitale e Quitadamo da trequartisti alle spalle di Daniel Baldazzi. Elio Carnevale invece contrattacca con un 4-4-2 con due trequartisti e un mediano a copertura dei quattro difensori. La partita è senz’altro la piu bella, continui ribaltamenti di fronte, limpide occasioni per Baldazzi e Parisotto che però trovano una retroguardia ben preparata e faticano a sbloccarsi. Tuttavia non è Parisotto a sbloccare il risultato ma è Elio Carnevale che al diciottesimo minuto sblocca il risultato dopo aver effettuato un controllo magistrale sul cross di Nicolò Rodriguez. L’uno a zero fa ben sperare nella mancata vittoria dei Techno che ormai paiono sempre imbattibili tranne in questa partita. Il Virtus Bari galvanizzata dal risultato favorevole riesce a contenere e ad attaccare molto bene gli avversari spesso indecisi sul da farsi, per organizzare azioni pericolose. Il primo tempo si chiude con il punteggio di 0-1 per il Virtus Bari. Gli allenatori effettuano le sostituzioni e poi si può ripartire con il match. Il copione della partita è lo stesso con la piccola differenza che ora i Techno si sono rifatti vivi e sono un po più pericolosi del Virtus Bari. Il pareggio ci sta tutto e per fortuna dei Techno al settantacinquesimo esso arriva: dopo una serie di finte e passaggi Munafò passa la sfera a Ruggero De Biasi, che dopo aver oltrepassato De Cesare, mette un invitante palla in mezzo che scorre per tutta l’area di rigore fino ad arrivare a Francesco Milazzo che doveva soltanto appoggiare in rete. 1-1. Risultato sicuramente giusto ma quando tutto pareva terminato i tifosi del Virtus Bari sono costretti a cadere in silenzio quando all’ottantanovesimo essi sono costretti a rivedere il replay del gol che vale il due a uno ad opera di Milazzo. Di fatto il gol del due a uno è uguale a quello del pareggio. Stesse dinamiche,stessi giocatori. De Biasi crossa, Milazzo insacca.

Purtroppo per il Virtus Bari,oggi meritava quantomeno un pareggio ma in ogni caso complimenti ai Technoliars per non essersi arresi e per aver creduto nella rimonta.

CLASSIFICA: Quelli del toro,Ubik,Catnibals Utd e Technoliars a tre punti mentre le altre a zero punti.
avatar
Max Casaleddu

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 24.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum